Ottenuto il ripescaggio in Seconda Categoria, l’Ari 1972 si sta preparando per affrontare al meglio la prossima stagione, che vedrà i gialloblù impegnati nel girone G della quarta serie regionale. Ai nostri microfoni è intervenuto Andrea Bardella, direttore sportivo del club.

«Il ripescaggio ci fa davvero molto felici» ha dichiarato il diesse «pensiamo di rappresentare un paese che merita una categoria come questa. Abbiamo un simpatico ed appassionato gruppo di tifosi che ci segue sempre e sappiamo di averli resi soddisfatti ed orgogliosi. Ovviamente, speravamo nel ripescaggio per creare ancora più seguito da parte dei nostri compaesani».

Bardella ha fatto poi il punto sugli obiettivi della squadra per il prossimo anno: «Puntiamo ad una stagione tranquilla, dalla Terza alla Seconda Categoria c’è già una grande differenza, ma siamo preparati per questo. Faremo leva sull’impegno e sulla serietà dei nostri ragazzi; sicuramente qualche soddisfazione riusciremo a togliercela».

Infine, un’ultima considerazione sul mercato condotto dall’Ari: «Volevamo e vogliamo creare un gruppo solido di ragazzi che lottano per un bene comune. Da questo punto di vista stiamo facendo un buon mercato, a cominciare dal mister, Albano Ambrosini, uomo di esperienza che saprà guidare i nostri atleti più giovani e i più esperti della categoria. Abbiamo già acquisito Iginio D’Alessandro, Stefano Tacconelli, Gianni Ferrara e Camillo Palombaro. Gli ultimi due sono di Ari, e tornano quindi a giocare “in patria”».