Scatta domani la zona arancione nel territorio regionale. La cosa che risalta, a livello sportivo, è che ci sono poche nuove nozioni per chi pratica attività sportiva. Stessi provvedimenti della zona gialla, ma con l’impossibilità di spostamento al di fuori del proprio comune di residenza per svolgere le stesse attività.

Sport di contatto

Consentita la pratica nei centri sportivi e nei circoli, purché esclusivamente all’aperto e nel pieno rispetto del distanziamento e delle misure anti-contagio. Allenamenti consentiti per gli sport di squadra purché all’aperto e in forma individuale. Solo la zona rossa prevede lo stop anche di queste attività. Resta la sospensione delle iniziative della Scuola Calcio e dei Settori Giovanili, se non sempre individualmente.

Sport individuali

Anche in questo caso, il divieto di pratica sportiva riguarda quelle attività non di carattere nazionale svolte al chiuso. All’aperto consentiti tennis, padel ed attività motoria. Permesso l’uso della bicicletta per allenarsi, ma nella fascia oraria che va dalle 5 alle 22 e con il distanziamento di 2 metri. Si può accedere a parchi e giardini pubblici per svolgere attività fisica rispettando tutte le norme vigenti.

Foto di copertina di Ralph (Ravi) Kayden da Unsplash

Nicolas Maranca

Rubriche