L’ospite della dodicesima puntata di “ACD – A Casa Di” è l’allenatore del Pontevomano, Walter Piccioni. L’ex calciatore, tra le altre di Avellino, Campobasso, Teramo, L’Aquila, Manfredonia, Ternana e Salernitana, ha aperto l’album dei ricordi raccontando il suo debutto (datato 12 ottobre 2008) nel campionato di Serie B con la maglia della Salernitana, impegnata in trasferta contro l’Empoli.

Ritiratosi dal calcio giocato, Piccioni non si immaginava un futuro da allenatore. Anzi, il tecnico sognava un ruolo “dietro la scrivania” come direttore sportivo: «La mia ambizione mi diceva che dovevo provare a fare il direttore sportivo, poiché mi piaceva molto costruire una squadra, osservare e scoprire nuovi calciatori». Una “bizzarra” coincidenza, però, lo ha messo subito alla prova con una panchina, quella del Cologna in Promozione. Record di punti con i teramani, seguiti dai playoff raggiunti con il Giulianova Annunziata e la cavalcata della passata stagione, sempre in Promozione, con il Mutignano (2° nel girone A alle spalle della corazzata L’Aquila). Adesso, per lui, una nuova avventura in Eccellenza con il Pontevomano, «a caccia di una salvezza che per noi equivarrebbe alla vittoria di uno scudetto».

Andrea Spaziani

L’intervista integrale

Rubriche