Nell’ottava puntata della rubrica “ACD – A Casa Di”, Abruzzo Calcio Dilettanti ha fatto visita “virtualmente” all’attaccante della Renato Curi Angolana, Simone Miani. Il bomber romano, attuale capocannoniere del campionato di Eccellenza con 10 reti in 7 incontri, si è trasferito in estate nel sodalizio nerazzurro dopo due anni e mezzo tra le fila dell’Alba Adriatica.

Il 37enne attaccante, oltre a raccontare i momenti più intensi della sua carriera, ha svelato anche il segreto della sua continuità a livello realizzativo: «Ci sono delle caratteristiche fondamentali da seguire se si vuole diventare un giorno un centravanti prolifico o attaccante d’area di rigore. La prima è sicuramente legata al senso della posizione, ovvero trovarsi al posto giusto nel momento giusto (una cosa che ho scoperto quando avevo sei anni). È una cosa naturale, ma che si può potenziare e affinare negli anni. Poi, con l’avanzamento dell’età, c’è sicuramente da curare e gestire il proprio corpo. Non si può scendere in campo, senza la giusta cura di sé stessi. Infine, non bisogna mai accontentarsi: anche se una stagione è andata molto bene, bisogna ripartire da zero e pensare subito a preparare al meglio la prossima per ripetersi». 

Andrea Spaziani

L’intervista integrale

Rubriche