Roberto Contini, allenatore del Sambuceto, è l’ospite della nuova puntata di “ACD – A Casa di”. Il tecnico ha esordito parlando di sé e della sua carriera calcistica. Quella nei viola è la prima panchina tra i “grandi” per lui, che nel recente passato ha guidato gli Allievi di Lanciano e Francavilla e ricoperto il ruolo di vice allenatore nella Renato Curi Angolana. Prima di diventare allenatore, però, si è fatto apprezzare da attaccante militando in molte squadre abruzzesi: Pineto, Francavilla, Ortona, Angolana, Chieti, Val di Sangro, Rosetana, Penne, Vasto Marina e Miglianico. L’esperienza più importante è certamente quella avuta con la maglia della Sambenedettese, impreziosita dalla vittoria del campionato di Serie D e dal conseguente approdo in C2 nella stagione 2000/01.

Successivamente, Contini si è soffermato sulla stagione vissuta, prima dello stop, alla guida del Sambuceto. Una prima parte di stagione da incorniciare per i viola, capaci di conquistare il secondo posto alle spalle del duo di testa formato da L’Aquila e Il Delfino Flacco Porto. 15 punti in graduatoria, frutto di 5 vittorie e 2 sconfitte nelle 7 partite disputate: questo lo score dei sambucetesi. Un risultato che, secondo Contini, è frutto della programmazione, dell’organizzazione societaria, dell’ottimo spirito di gruppo che si è creato all’interno della sua squadra e del lavoro tecnico fatto insieme al suo staff.

Andrea Spaziani

L’intervista integrale

Rubriche